Friends who follow my blog, thanks to move from here, you are becoming so many and I'm happy!
For those who do not understand my language, on the right side of this page there is the Google-translate button that will help you to 'translate' my blog from Italian to your language!!
Seeing is believing ...

Thanks, Caterina





BUON APPETITO!!!

Quanti siamo a tavola ?

giovedì 2 agosto 2012

CIPOLLINE IN AGRODOLCE


500 gr cipolline borettane
1 cucchiaio di miele
50 gr aceto balsamico di Modena
1/2 bicchiere d'acqua
3 foglie di alloro
3 chiodi di garofano
4/5 bacche di pepe nero
2 cucchiai di olio extravergine di oliva

una presa di sale

Spellare le cipolline e lavarle in acqua fredda.
Sistemarle in un tegame sufficientemente largo da accoglierle in un unico strato, e rosolarle a fuoco vivace in olio extravergine di oliva, rigirandole spesso, e delicatamente, per non farle bruciacchiare.

Regolare di sale, aggiungere il miele, e far caramellare per due minuti.
Aggiungere l'aceto balsamico e fare cuocere altri due minuti a fuoco vivace.
Aggiungere l'alloro, il pepe in grani, e i chiodi di garofano, e ricoprire con l'acqua.
Cuocere col coperchio per circa 30 minuti.
Se trascorso tale tempo la salsa risultasse ancora troppo liquida, lasciare restringere senza coperchio.

Oppure, se le cipolline sono cotte, togliere dal tegame e lasciare restringere il sughetto.
Sono ottime come contorno ad arrosti di maiale, o di agnello.




ATTENZIONE! 

Queste cipolline non si possono conservare a lungo, in vaso di vetro. Vanno consumate entro pochi giorni!

Ringrazio la mia amica Flora per avermi passato la ricetta.


mercoledì 11 aprile 2012

LINGUINE AGLI ASPARAGI, GAMBERETTI E SURIMI

per 4 persone:

250 gr di pasta tipo "linguine"
300 gr di asparagi
4 bastoncini di "Surimi" surgelato (polpa di granchio)
150 gr di gamberetti surgelati
30 gr di burro
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1/2 bicchiere di acqua
1/2 cipolla bianca
1 spiccio di aglio
un ciuffo di prezzemolo
1 dado per brodo vegetale
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
curry
sale, pepe

Pulire gli asparagi eliminando la parte di stelo più dura, lavare, e tagliare a pezzetti lunghi circa 2 cm.
In un padella antiaderente, rosolare la mezza cipolla tritata in 2 cucchiai di olio extravergine.
Aggiungere gli asparagi, il burro (io preferisco la margarina), 1/2 bicchiere di acqua calda, il dado per brodo, e un pizzico di sale e di pepe.
Mescolare delicatamente, e cuocere a fuoco lento e col coperchio, per circa 15 minuti.
In una altra padella più piccola, rosolare l'aglio tritato con altri due cucchiai di olio extravergine.
Aggiungere i gamberetti e la polpa di granchio, (o Surimi), tagliato a rondelle.
Bagnare con il vino bianco, lasciar sfumare, e aggiungere un pizzico di sale e curry.
Mescolando, durante la cottura, la polpa di granchio si sfilaccerà da sola.
Lasciare insaporire per circa 5 minuti, quindi trasferire il tutto nella padella dove cuociono gli asparagi.
Cospargere di prezzemolo tritato, mescolare e cuocere ancora 10 minuti.
Nel frattempo lessare la pasta, e quando è cotta al dente, scolare e versare nella padella con gli asparagi.
Mescolare e servire caldo.






domenica 26 febbraio 2012

LIBRO DI RICETTE, PER RICOSTRUIRE UNA CASA!

Eccolo, finalmente!!


Vi ricordate di quando vi ho parlato della raccolta fondi, per i Bambini di Rocchetta Vara, il paese in Liguria distrutto dall'alluvione in ottobre 2011?
Si faceva appello a tutti i foodblogger di regalare una ricetta, allo scopo di realizzare un libro da vendere, e il cui ricavato sarebbe andato in favore della "Cooperativa Gulliver", che si prende cura di anziani, disabili e bambini, nel paese di Rocchetta Vara (SP).
Ebbene, finalmente il libro (nel quale c'è anche una mia ricetta, e ne sono orgogliosa!!), è stato dato alle stampe, e si può prenotare direttamente presso l'Editore.
Al momento, non è possibile trovarlo nelle librerie, per ridurre i costi e per far sì che il totale del ricavato possa andare direttamente alla "Cooperativa Gulliver".
Il libro contiene tantissime ricette collaudate, frutto della collaborazione di tutti coloro che hanno voluto contribuire alla sua realizzazione, con amore, e con spirito di solidarietà!
Potete acquistarlo solo on line, contattando l'Editore.
Prenotate la vostra copia, e diffondete la voce, magari mettete un link e questa foto sul vostro blog.
Il passaparola aiuterà i bambini di Rocchetta a ritrovare il sorriso, e una casa dove poter vivere!
Vi lascio alcune immagini della loro casa, distrutta dall'alluvione....



Grazie!

sabato 18 febbraio 2012

POLLO AGLI AGRUMI

per 4 persone:

1 pollo intero di circa kg 1,2
2 spicchi di aglio
1 costa di sedano
1 carota
1 cipolla piccola
1/2 limone
2 arance da premuta
2 foglie di alloro
20 gr di burro
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
300 ml di brodo vegetale, o di dado
sale, pepe

Lavare e asciugare bene il pollo.
Lavare e tagliare a spicchi il 1/2 limone e 1/2 arancia, e inserirli nel pollo, aggiungere l'aglio tritato, e condire con sale e pepe, sia all'interno che fuori del pollo.
Accendere il forno a 200°.
Nel frattempo, in una pirofila da forno, versare l'olio, aggiungere il burro, e le foglie di alloro. Infine, la carota, la cipolla e il sedano, tutti tagliati a piccoli cubetti.
Aggiungere sale e pepe, e l'altra 1/2 arancia tagliata a cubetti, e senza eliminare la buccia.
Adagiare il pollo intero nella pirofila, bagnare con 250 ml di brodo, e il succo della seconda arancia, quindi posare sul fornello del gas.
Rosolare il tutto a fiamma vivace, per circa 10 minuti, poi mettere la pirofila nel forno.
La mia pirofila è in vetro Pirex, provvista di coperchio.
Se avete una teglia in acciaio va bene ugualmente, l'importante è che possiate coprire il tegame con un coperchio, oppure con la carta stagnola, perchè il pollo deve rimanere morbido e umido.
Cuocere per circa un'ora e 1/2, bagnando di tanto in tanto col fondo di cottura.
Eventualmente, aggiungere ancora poco brodo durante la cottura.
Servire il pollo in pezzi, con il sughetto e le verdure a cubetti, compreso le scorzette di arancia.


Il profumo è pieno di armoniose fragranze!!
Il connubio tra arancia e alloro, conferisce al pollo un sapore delicato, mentre il limone spezza il gusto grasso e rilascia quel pizzico di agro che si lega benissimo con le verdure.
Mi hanno fatto un applauso a tavola... ah ah!
Provare per credere!


IL METEO NELLA MIA CITTA'

la mia musica

Click sul tasto centrale per PLAY/PAUSE. Click sulle frecce per scegliere i brani musicali. BUON ASCOLTO!! http://www.mixpod.com/login.php http://grooveshark.com/#!/playlist/Cockerina+Blog+List/87989990