Friends who follow my blog, thanks to move from here, you are becoming so many and I'm happy!
For those who do not understand my language, on the right side of this page there is the Google-translate button that will help you to 'translate' my blog from Italian to your language!!
Seeing is believing ...

Thanks, Caterina





BUON APPETITO!!!

Quanti siamo a tavola ?

giovedì 21 ottobre 2010

RISOTTO ALLE CASTAGNE

per 4 persone:

200 gr di riso
200 gr di castagne fresche
50 gr di margarina
50 gr di gorgonzola
1/2 cipolla bianca
1 litro di brodo di dado
sale, pepe

Prima di tutto occorre bollire le castagne:  lavare bene la buccia e metterle in un pentolino ricolmo di acqua. Porre sul fuoco e lasciar sobbollire per 1/2 ora, o poco più, finchè non sono morbide.
Quando sono cotte, lasciarle intiepidire.
Intanto preparare il brodo col dado vegetale. Io metto un litro di acqua in una brocca, scaldo a massima potenza nel microonde e quando comincia a bollire ci metto dentro 2 dadi. Tempo 2 minuti!!

Sbucciare le castagne, eliminando anche la pellicina, e romperle in pezzetti piccoli.
Ricordarsi di tenere da parte qualche castagna intera, per la decorazione dei piatti.
Fondere la margarina in una pentola capiente. Aggiungere la cipolla tritata e le castagne.
Bagnare con un mestolo di brodo caldo e lasciar sobbollire.
Versare il riso nella pentola, aggiungere di tanto in tanto del brodo, fino a completo assorbimento.
Rimescolare spesso, per non fare attaccare il riso al fondo della pentola, e aggiungere ancora brodo finchè il riso non è morbido. Occorrono circa 20 minuti...
Prima di spegnere il fuoco, aggiungere il formaggio Gorgonzola, e mantecare delicatamente.
Eventualmente aggiungere il sale, e spolverizzare con pepe nero macinato fresco.
Servire decorando i piatti con un paio di castagne bollite.


OMELETTE AL PROSCIUTTO E FORMAGGIO

per 4 persone:

6 uova
4 fette di prosciutto cotto
50 gr di formaggio filante, a fette
3 cucchiai di formaggio grana
un ciuffo di prezzemolo
mezza cipolla rossa
un pizzico di curry
3 cucchiai di latte
sale, pepe
4 cucchiai di olio di semi, per friggere

Battere le uova in una ciotola. Aggiungere il formaggio grana grattugiato, la cipolla affettata finemente, il prezzemolo tritato, il latte, un pizzico di  sale e pepe e, se vi piace, il curry.
Affettare finemente il formaggio a pasta filante. Potrebbe essere, secondo i vostri gusti, del Galbanone, scamorza, scamorza affumicata... Da evitare la mozzarella, perchè caccia troppo liquido!
La cosa importante è che le fettine di formaggio siano sottili.
Scaldare l'olio di semi in una larga padella.
Quando è caldo, versare parte del composto di uova, e girare piano la padella in modo che il tutto si compatti sul fondo. Attenzione a non frantumare col cucchiaio!
Quando l'omelette comincia a rassodarsi, stendervi sopra alcune fette di prosciutto e di fettine di formaggio filante.
Adesso comincia il bello!!
Se il fuoco è troppo forte, abbassare la fiamma del gas, altrimenti in questa fase possiamo bruciare il tutto...
Aiutandosi con un cucchiaio ed una paletta per fritti, cominciare ad arrotolare l'omelette su se stessa, poco alla volta.
Lasciar dorare, quindi continuare ad arrotolare per un altro pezzo, facendo in modo che quello già cotto sia vicino al bordo della padella per creare lo spazio per aggiungere pian piano altro composto di uova, aggiungendo man mano il prosciutto e il formaggio.
Continuare così, finchè non si è arrotolata tutta, come a formare un involtino.
Quando è bella dorata, sollevare l'omelette con la paletta e depositarla su un piatto rivestito di carta assorbente.
Servire calda, a fette, col fomaggio filante!!!


venerdì 1 ottobre 2010

FUNGHI SOTT'OLIO

1 kg di funghi cardoncelli
250 ml di aceto di vino bianco
250 ml di acqua
1 cucchiaino di sale fino
olio extravergine di oliva, quanto basta

per il condimento:
2 spicchi di aglio
un ciuffo di prezzemolo

oppure:
un cucchiaino di pepe nero in grani
7/8 foglie di alloro

Lavare e asciugare i funghi, quindi tagliarli in pezzi non troppo grandi nè troppo piccoli.
In una pentola alta, mescolare l'acqua con l'aceto, aggiungere il sale e portare a ebollizione.
Cuocere i pezzi di funghi per circa 7/8 minuti e tirarli via con la paletta forata.
Metterli a colare in un colapasta e lasciar raffreddare.
Considerare che i funghi perdono la metà del loro peso, cacciando la loro acqua durante la bollitura.
Tenete presente questo particolare quando andate a acquistarli!!
Comunque, se ne volete preparare un vasetto piccolo, tanto per fare una prova, mantenete sempre la proporzione funghi/acqua/aceto/sale...
 
Intanto sterilizzare dei vasi di vetro, bollendoli in acqua.
Io lo faccio nel forno a microonde!! Riempio i vasetti di acqua, li metto nel forno e "cuocio" per 2 minuti alla massima potenza. Quando l'acqua all'interno dei vasi bolle, li tiro fuori, col guantone da forno, che scottano...
Svuoto i vasi e li lascio raffreddare a testa in giù.
Ricordate che nel forno a microonde NON si mettono i coperchi metallici ai vasi!!!
Riempire i vasi di vetro con i funghi cotti e ormai freddi, alternando gli strati con prezzemolo e aglio tritati. 
In alternativa, si possono insaporire con pepe nero in grani e foglie di alloro.
Ricoprire completamente i funghi con ottimo olio extravergine di olia, riempiendo i vasi fino all'orlo, se necessario.
A volte può capitare che l'olio formi delle bolle di aria all'interno dei vasi. Assicurarsi quindi che penetri bene attraverso gli spazi tra i funghi, e aggiungere altro olio solo se necessario.
L'importante è che i funghi ne siano completamente ricoperti!!!


Per un vaso grande quanto questo, ho utilizzato circa 1/2 litro di olio...
Tappare bene il vaso di vetro e riporre in un luogo fresco e al buio, NON in frigorifero!!
Un comunissimo pensile in cucina andrà bene.... altrimenti, per chi ce l'ha, la cantina.
I funghi preparati in questo periodo autunnale si conservano tranquillamente fino a Natale, quando potremo servirli accompagnando un buon piatto di carne.
Io preferisco i funghi cardoncelli, perchè hanno una consistenza migliore per questa ricetta, ma si possono invasare anche i funghi champignon.
Questi ultimi hanno un sapore diverso e un differente tempo di cottura, 5 minuti soltanto, perchè gli champignon sono più piccoli e teneri, e non si devono cuocere troppo, altrimenti si sfaldano.
I funghi sott'olio comunque sono un ottimo contorno, ma nessuno impedisce di gustarli anche in un panino croccante!!

SPEZZATINO DI MANZO CON PISELLI

per 4 persone:

800 gr di polpa di manzo
300 gr di piselli surgelati
1 cipolla bianca
1 bicchiere di vino bianco secco
5/6 cucchiai di olio extravergine di oliva
noce moscata
cannella
sale, pepe

Tagliare la polpa di manzo, (o farsela tagliare dal macellaio) in pezzi piccoli.
Versare l'olio nella pentola a pressione, soffriggere la cipolla affettata finemente e adagiare sul soffrito i pezzi di carne.
Rosolare da tutte le parti a fuoco vivo, quindi bagnare col vino bianco e lasciarlo sfumare.
Insaporire con una grattata di noce moscata, un pizzico di sale e di pepe nero.
Aggiungere i piselli e mescolare delicatamente con un cucchiaio di legno, per non rompere i pezzi di carne.
aquesto punto, io insaporisco ancora con un pizzico di cannella, ma è facoltativo...
Però provate, i piselli saranno più delicati!
Bagnare con un paio di mestoli di acqua calda, chiudere il coperchio, e lasciar andare a pressione.
A partire dal fischio, abbassare il fuoco e cuocere per 50 minuti.
Ricordare sempre di lasciar sfiatare la valvola, prima di aprire la pentola a pressione!!!


Preferisco cuocere lo spezzatino nella pentola a pressione perchè intanto mi sbrigo prima.
Infatti lo spezzatino, normalmente, dovrebbe cuocere oltre un'ora per diventare bello tenero...
E poi perchè i sapori ed i profumi rimangono tutti all'interno, della pentola prima, e nel piatto poi... ah ah!

PENNONI IN SALSA DI CIPOLLE

per 4 persone:

250 gr di pasta tipo pennoni (penne grandi)
1 cipolla bianca grande
5/6 filetti di acciughe sott'olio
50 gr di burro
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
un ciuffo di prezzemolo
sale, pepe
formaggio grana, per condire

In una padella antiaderente, fondere il burro nell'olio di oliva.
Aggiungere la cipolla affettata sottilmente e i filetti di acciuga.
Bagnare con due mestoli di acqua calda e insaporire con una presa di sale.
Aggiungere il prezzemolo tritato e lasciar sobbollire per 10 minuti, a fuoco lento e col coperchio, per far appassire la cipolla. Deve risultare alla fine una salsina morbida.
Intanto cuocere la pasta, scolarla al dente e versarla nella padella con il sughetto.
Mescolare e insaporire con pepe nero macinato fresco e una generosa dose di grana grattugiato.

SPAGHETTI DEI "TRULLI DI ALBEROBELLO"

per 4 persone:

250 gr di spaghetti
300 gr di pomodorini ciliegina piccoli
un ciuffo di rucola fresca
la punta di un peperoncino piccante
1 cipolla bianca piccola
1 spicchio di aglio
3 foglie di alloro
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale
formaggio pecorino grattugiato, per condire

Lavare bene i pomodorini e tagliarli a metà.
Lavare la rucola e tritarla grossolanamente, lasciandola in una bacinella di acqua per non farla appassire.
Rosolare l'aglio e la cipolla tritati, nell'olio di oliva.
Aggiungere le foglie di alloro e il peperoncino, per profumare il soffritto.
Dopo qualche minuto, aggiungere anche i pomodorini.
Aggiustare di sale e cuocere una decina di minuti a fuoco dolce. I pomodorini devono restare belli sodi.
Nel frattempo lessare gli spaghetti.
Eliminare le foglie di alloro ed il peperoncino dal sughetto.
Scolare la pasta al dente e saltarla nella padella col condimento.
Infine condire gli spaghetti con formaggio pecorino e la rucola ben sgocciolata.


Questa ricetta mi è stata data questa estate in spiaggia, da una amica che ha pranzato in un ristorante di Alberobello (in Valle d'Itria, Puglia), e l'ha trovata molto gustosa.
Da qui, il nome....
Non sapevo come altro nominarla!! ah ah!
Grazie Giovanna!!

TAGLIATELLE CON FUNGHI E SPECK

per 4 persone:

250 gr di tagliatelle all'uovo
300 gr di funghi cardoncelli o champignons
50 gr di speck affumicato, in un'unica fetta
1 cipolla bianca
1 spicchio di aglio
50 gr di burro
4/5 foglie di alloro
4/5 cucchiai di olio extravergine di oliva
100 ml di panna da cucina
grana grattugiato
sale, pepe

Tagliare lo speck a dadini piccoli.
Lavare e asciugare i funghi, quindi tagliarli in pezzi piccoli.
In una padella antiaderente, fondere il burro nell'olio, aggiungere l'aglio intero, la cipolla affettata fine, le foglie di alloro, e lo speck a dadini.
Far rosolare il tutto per un paio di minuti a fiamma vivace, quindi aggiungere i funghi, mescolare, e abbassare il fuoco.
Bagnare con 1/2 bicchiere di acqua calda, aggiungere un pizzico di sale, la panna, e cuocere col coperchio per circa 30 minuti.
Prima di condire la pasta, ricordarsi di eliminare lo spicchio di aglio e le foglie di alloro, per non farle finire nei piatti...
Nel frattempo, cuocere le tagliatelle al dente, quindi scolare la pasta e mescolare al condimento nella padella.
Spolverizzare di pepe nero macinato fresco, e abbondante grana grattugiato.
Servire caldo.


L'utilizzo dei funghi cardoncelli, in questa ricetta, esalta il profumo dello speck e, insieme alle foglie di alloro, sviluppa l'armonia tra i vari sapori...
Ma in mancanza, si possono usare anche i funghi champignon.
Certo, non è la stessa cosa!!
In alternativa allo speck, si può utilizzare anche il prosciutto crudo, per un sapore più delicato.

IL METEO NELLA MIA CITTA'

la mia musica

Click sul tasto centrale per PLAY/PAUSE. Click sulle frecce per scegliere i brani musicali. BUON ASCOLTO!! http://www.mixpod.com/login.php http://grooveshark.com/#!/playlist/Cockerina+Blog+List/87989990